Il Nuovo motore di ricerca di Auto usate e Vendiauto24

E' stato lanciato Il nuovo motore di ricerca di annunci di automobili, si chiama Vendiauto24.com.

Partner del popolare portale di annunci VendiAuto.com, Vendiauto24 caratterizzato da un iterfaccia di ricerca particolarmente semplice ed intuitiva. L'utente potrà con estrema facilità effettuare una ricerca libera combinando le parole di suo interesse, come ad esempio FIAT Panda Roma e Vendiauto24 restituirà la lista di annunci disponibili nei principali siti e portali di settore. Dotato di propri spider che navigano il web 24h alla ricerca di annunci di auto su siti di rivenditori di automobili, portali di annunci, portali verticali, e-commerce e li rende disponibili per un unica comoda ricerca, ridirigendo poi l'utente interessato al sito web di orgigine. Da provare per la ricerca di auto usate di ogni marca, anno e caratteristica!

Il risparmio sull’acquisto dell’auto

Risparmiare sull’acquisto di un’auto non vuol dire necessariamente dover scegliere una vettura di seconda mano, anzi è sempre più facile poter beneficiare delle interessanti offerte che le più prestigiose case automobilistiche lanciano per rispondere alla crisi e risollevare le vendite nel settore. Ecco due esempi.

La Peugeot  107  è un’elegante monovolume  formato city-car prodotta dal marchio francese.  Le sue dimensioni compatte e il motore piccolo ed a basso consumo fanno della Peugeot 107 un’auto a basso costo di mantenimento e  la sua aria simpatica e buona tenuta di strada la rendono ancora più interessante.

L’Opel Corsa è da alcuni anni a questa parte una delle auto più vendute in Italia grazie ai suoi consumi molto mantenuti,  ad un look elegante e ad una copertura assicurativa valida fino al raggiungimento massimo di 120.000 chilometri. Difficile dire di no!

Prima di scegliere un’auto è bene documentarsi leggendo guide e recensioni. Allo stesso modo prima di giocare online è bene attingere informazioni utili da siti come  

Smart fortwo 3.0: l’auto elettrica di nuova generazione

Ultima arrivata del gruppo Daimler è la Smart fortwo 3.0, la piccola auto elettrica. La nuova Smart 3.0 è il simbolo della nuova auto elettrica che si affaccia sul mercato automobilistico. Si tratta dell’ultimo aggiornamento dell’auto destinato sia ai modelli coupè che cabriolet, con notevoli cambiamenti sul versante estetico, luci diurne a Led con andamento orizzontale,  mascherina con il logo incastonato, paraurti ridisegnati ancora più sportivi e design minimalista, ma questa volta con una maggiore connettività di bordo con l’ I-phone. La nuova citycar è destinata ad avere un grande seguito tra i drivers di tutte le età,  una Smart pensata per la città ma con un occhio al verde, un’auto elettrica con prestazioni da città.

Ferrari 458, l’auto lusso per eccellenza

Quando si tratta di auto di lusso la Ferrari è sempre avanti. L’auto che da sempre è icona del lusso più sfrenato è stata nominata per il secondo anno consecutivo “Performance car of the year” titolo che  Auto Express,  attraverso giornalisti ed esperti di settore,  ha assegnato al gioiellino di casa Maranello. Segreto di questo nuovo successo è stato senza dubbio il connubio tra alta tecnologia, prestazioni ineccepibili, grazie anche al propulsore da 570 Cv, e il design di grande fascino, in un’unica auto sportiva, la Ferrari 458, in modo da offrire il massimo del lusso ai suoi tanti estimatori sparsi in tutto il globo. La passione della casa automobilistica del cavallino rampante ancora una volta viene fuori nelle sue creazioni che da lungo tempo fanno dell’Italia uno dei cardini del lusso automobilistico nel mondo.

La prova della nuova automobile 5 porte di casa Fiat

La novità del 2012? L’automobile a 5 porte. Come la Fiat 500L, la nuovissima automobile della casa italiana in una versione 5 porte, a metà strada tra monovolume, citycar e Suv compatto. Originale, bella da vedere, con finiture di pregio, una plancia che permette una disposizione particolare degli strumenti, e al centro della plancia un monitor touch screen da 5 pollici che da accesso immediato al mondo virtuale.
La lunghezza è di soli  4,15 con cinque comodi posti, ma presto la casa automobilistica metterà in commercio anche la versione XL con circa 10 cm in più, praticamente altri due passeggeri. I motori proposti sono il quattro cilindri a benzina 1.4 16V Fire da 95 Cv e il bicilindrico 0.9 litri Turbo  TwinAir da 105Cv. Una macchina originale, una 5 cinque porte che alla prova in strada soddisfa pienamente le attese, anche in paragone con un’automobile straniera dello stesso rango odi rango inferiore.

Un’auto green? Quella elettrica!

La tutela dell’ambiente tocca anche il mondo dei motori. Trend del momento è l’auto elettrica. Tutte le case automobilistiche hanno presentato la loro auto elettrica all’ultimo Salone di Ginevra, il loro modello di motore alternativo. Una vettura veloce e silenziosa, ma soprattutto green. Se guardiamo alle prestazioni, un’auto elettrica non ha davvero nulla da invidiare alle autovetture convenzionali, anzi grazie alla elevata coppia motrice, in accelerazione può addirittura superarlo. L’ostacolo principale di questa nuova auto elettrica è innanzitutto il prezzo sia delle batterie, sia delle coperture assicurative. Dal punto di vista dell’ambiente l’utilizzo di un’auto elettrica ha senso soltanto se combinata con energie rinnovabili che non producono di per sé emissioni inquinanti, di contro se l’energia proviene da combustibili fossili, il vantaggio nelle emissioni di CO2 viene a cadere. Per questi motivi la produzione in serie da parte delle case automobilistiche non è ancora cominciata e sembra essere destinata a slittare ancora per un bel po’.

Consigli per acquistare un’auto usata

Cerchi un’auto usata? E’ la prima volta che ti approcci ad un’auto e non sai da dove cominciare? Ti va di cominciare comprandola usata? Non avere timore: l’acquisto di un’automobile non è un passo molto difficile da compiere, tuttavia per non restare scottati ti proponiamo alcuni semplici consigli da seguire, una guida che possa portarti a concludere un buon affare. Innanzitutto l’acquisto può avvenire da un privato o presso una concessionaria. Dal privato è possibile poter scalare un po’ sul prezzo, non male per cominciare, ma  presso la concessionaria le garanzie sono maggiori. Infatti l’auto gode di una garanzia della durata di dodici mesi dalla data di acquisto. Parti da una valutazione dell’auto in loco: interni, esterni, motore (se non sei esperto fatti accompagnare da uno che lo è), chilometraggio e libretto dove prendere visione dei controlli e dei tagliandi effettuati sull’auto usata che stai acquistando.

Auto d’epoca e assicurazione vintage

L’auto d’epoca oggi è tornata di gran moda, e non solo. L’auto è d’epoca porta con sé anche vantaggi dall’assicurazione. Infatti, l’assicurazione auto d’epoca permette  di usufruire di polizze assicurative molto interessanti, ed anche il bollo auto sarà considerevolmente ridotto. In Italia un’auto è considerata d’epoca se dalla data di costruzione del veicolo sono trascorsi più di venti anni. L’Automotoclub Storico Italia provvederà al rilascio di uno speciale certificato. Gli estimatori delle auto d’epoca che posseggono di un parco auto possono usufruire di una speciale formula chiamata garage: possono cioè assicurare il proprio parco auto ad un prezzo davvero conveniente! Perciò estimatori di Bugatti, Porches, Ferrari e Fiat d’epoca riunitevi!!

Se il proprietario di una Lamborghini Diablo acquista una Aventador numero 1000

Cosa hanno in comune una Lamborghini Diablo e una Aventador? Il proprietario. Sì, perché il proprietario della Aventador numero 1000 è un appassionato di Lamborghini e possiede già una Diablo. Ma torniamo a bomba : la produzione di Lamborghini Aventador LP 700-4 ha raggiunto quota 1000 il 19 luglio e il nuovo proprietario è un tedesco, l’architetto Hans Scheidecker, che ha avuto l’onore di ricevere le chiavi dall’ Ad di Lamborghini, Stephan Winkelmann.
Dalla Diablo, supercar italiana prodotta tra il 1990 e il 2001, alla Aventador, l’architetto avrà modo di divertirsi col suo nuovo acquisto mentre lo stabilimento di Sant’Agata Bolognese festeggia perché, statistiche alla mano, la produttività è migliorata rispetto al precedente modello principale, la Murcielago, la cui vettura numero 1000 ha visto la luce solo dopo due anni e cinque mesi dalla prima vettura prodotta. Un notevole passo in avanti che ha reso felici tutti.

Design e automobili, alcune regole per le nuove generazioni di designer

Il sito Carbodydesign.com presenta un decalogo per chi vuole “vestire” le automobili. Parliamo di design che, in futuro, sarà sempre più legato al mondo delle automobili. Sono Patrick Lecharpy e Luciano Bove a chiarire i punti su cui focalizzarsi per i futuri designer.
La storia del design, precisa Lecharpy, ha le sue origini in Europa e negli Stati Uniti ma, ultimamente, anche paesi come l’India sono divenuti competitivi. Punto importante per un esperto di design, impegnato nel settore automobili, è di integrarsi velocemente all’interno di un team senza concentrarsi solo sui rendering e sui disegni. Inoltre è fondamentale il lavoro di squadra.
Ancora, continua Lecharpy, è l’intelligenza di un nuovo concetto a far vincere un progetto di design. Queste idee devono essere vendute nel giusto modo, soprattutto in un settore importante come quello delle automobili. Quindi, non perdere mai di vista il proprio obiettivo, fare le scelte giuste per creare un prodotto di successo.
Infine è interessante che abbiano rimarcato, nel giusto modo, l’elemento curiosità che, in un campo come questo, premia sempre. Insomma, un utile decalogo che può essere applicato ad ogni settore dove è in gioco la creatività.

Assicurazioni per automobili : basta truffe!

Assicurazioni e automobili sono un binomio importante per chi fa della truffa una professione. La truffa sulle assicurazioni permette ai possessori di automobili di poter effettuare dei guadagni interessanti. Ma adesso, con la legge sulle liberalizzazioni dello scorso 24 marzo, c’è la scatola nera per le automobili. Scelta che ha comportato diverse polemiche dato che questa scatola registrerà in tempo reale tutto ciò che accade durante il tragitto dell’automobile e, in caso di incidente, anche i dieci secondi successivi allo scontro. Le assicurazioni, però, sono contrarie a questo dispositivo perché, invece di abbassare le tariffe, finirebbe per aumentarle. Riorganizzare il settore in funzione di questa scatoletta comporterebbe, quindi, paradossalmente dei costi più elevati. La situazione è ancora critica e seguiremo gli sviluppi di questo dibattito per cercare di capire quale sarà la soluzione che si adotterà.

Una Renault sportiva ed elettrica per tutti

Renault vuole creare una sportiva elettrica. Non sono sogni ma possibilità. Renault ha già affrontato il discorso auto elettrica lanciando la Fluence e la Kangoo Z.E. ma è decisamente nuova l’idea di lanciare una sportiva con tutte le caratteristiche di una city car elettrica. Probabilmente verrà adoperata la denominazione Alpine ma è altrettanto probabile che tutto sia commercializzato sotto il marchio “Renault Sport”. Sicuramente avrà prestazioni superiori, migliore accelerazione, pesi ben distribuiti e un’esperienza di guida incomparabile. Non sarebbe, quindi, una sportiva ma una vera e propria auto da corsa con aderenza al suolo e ottimo equilibrio e bilanciamento.
Non ci resta che aspettare questo nuovo miracolo automobilistico targato Renault, ormai niente più è impossibile.

Nissan Mini-Z è la sportiva rivale di Toyota GT-86

nissan compact

Nissan Mini-Z è il progetto a cui Nissan sta lavorando. Un ottimo investimento visto i successi delle auto sportive in catalogo ma Mini sarà diversa perché, rispetto alle sorelle, avrà un prezzo più basso e competitivo in modo da essere accessibile a tutti. Il punto di partenza è Nissan Juke che ha fatto breccia nei cuori di tanti giovani ma l’obiettivo è di mettere in moto una sportiva compatta creando un nuovo segmento, così come capitò anni fa con il crossover. Non avrà 200 CV come le sue rivali ma sopperirà a questa mancanza con una maggiore coppia. Due, al momento, sono i mercati di riferimento a cui Nissan sta guardando : Cina e Giappone. Ma non è detto che si focalizzerà esclusivamente sul versante orientale poiché è in progetto di distribuire questo nuovo modello, in versione limitata, in Europa. Staremo a vedere.

Ammortizzatori per automobili : come scegliere?

ammortizzatori da cambiare

Ammortizzatori per automobili, come scegliere? Quali sono le migliori marche di ammortizzatori per automobili? Proviamo a capire come barcamenarci in questo settore spesso poco trattato. È risaputo che i brand principali sono Boge, Bilstein e Koni. I Boge sono famosi per resistere sul mercato da oltre 100 anni con un prodotto di qualità e personalizzato visto che sono applicati su oltre 4400 modelli. Gli ammortizzatori Bilstein sono, invece, più indicati per auto e moto sportive. Infine Koni, solitamente, è la soluzione più accreditata per l’ottimo rapporto qualità-prezzo. Ma tutto dipende da come si vuol sentire la propria auto e se si predilige una guida tranquilla o sportiva. E’ molto importante, però, mantenersi sempre su una linea standard senza aggiungere caratteristiche particolari, come il bitubo a base, che, per il loro costo aggiuntivo, non sempre rispettano le premesse.

La scelta migliore per risparmiare : una monovolume a metano

Monovolume a metano, questa la soluzione. Basta fare un giro su un sito di annunci per capire che una monovolume a metano può essere la risposta migliore alla crisi economica. Abbiamo provato a cercare “monovolume metano” in un motore di ricerca di annunci e l’offerta si fa subito interessante. Una Fiat Doblo, 1.4, anno 2006 con 85000 km è quotata 7000 euro, una Hyundai Atos 1.0, invece, con 68000 km, anno 2004, è proposta a 2500 euro. Le ricerche, però, riportano numerosi esemplari di Fiat Multipla, monovolume proposta nella doppia versione benzina/metano e le proposte si fanno accattivanti con le 16 V bipower, per definizione un modello sicuro, che vengono offerte a un prezzo che si attesta attorno ai 3000 euro. I siti per cercare l’occasione giusta ne sono tanti, a partire dal popolare Subito, è importante, però, non fermarsi mai alle prime offerte e contattare sempre i rivenditori